Google dona 100 mila assistenti vocali a disabili e persone paralizzate

[Getty]

Immaginare di entrare in casa e di comandare luce, forno, temperatura, lavatrice e altro ancora con un comando vocale è certamente molto affascinante. Ci immerge in un mondo immaginato, anche grazie a certo cinema e a certa letteratura, quando si era ragazzi e che ora è qui, grazie alla domotica. Ma il fascino è un aspetto secondario di queste possibilità, che sono soprattutto utili. In particolare per chi abbia serie disabilità.

Ecco perché Google ha deciso di offrire gratis 100 mila pezzi di Home Mini - i suoi speaker intelligenti - a disabili di una certa gravità. L’annuncio è della stessa azienda di Mountain View. "Quando sei paralizzato, la tua casa si trasforma da un luogo di conforto e sicurezza in un costante ricordo di ciò che hai perso", ha scritto sul blog di Google Garrison Redd, ambasciatore della Christopher & Dana Reeve Foundation e disabile con paralisi da oltre 20 anni.

"Gli interruttori della luce e i termostati sono solitamente troppo in alto e se il mio telefono cade a terra non sono in grado di chiamare in aiuto un amico o un parente", ha scritto ancora Redd. "Sembrano piccole cose, ma per noi rappresentano le limitazioni e la mancanza di controllo che spesso dobbiamo affrontare". I comandi vocali di uno speaker intelligente sono la soluzione al problema.

Per di più, un assistente vocale aiuta gli utenti in caso di emergenza: per esempio, li mette in condizione di chiamare parenti o amici senza dover raggiungere il proprio telefono. "Ora so che se mi serve aiuto ma non posso raggiungere il mio telefono, posso usare la mia voce per chiamare mia mamma o mio cugino attraverso l'Home Mini" ha concluso Redd. Al momento l’iniziativa riguarda solo gli Stati Uniti: per richiedere il dispositivo di Google si passa dal sito della Fondazione.