Governare il futuro. TikTok alle prese con lo sciopero dei creators neri

·1 minuto per la lettura

Sono in sciopero. Nessun video, nessuna coreografia dei loro celeberrimi balletti destinati a diventare virali, nessuna ispirazione per le centinaia di milioni di utenti di TikTok, la piattaforma cinese più amata dagli adolescenti sulla quale i loro mini-spettacoli normalmente spopolano.

La comunità dei creativi di colore di TikTok è ufficialmente in sciopero a tempo indeterminato.

La rivendicazione è semplice, accessibile, alla portata di tutti.

La soluzione non sembra altrettanto facile.

Su TikTok è in voga la pratica di associare a una certa base musicale – normalmente canzoni da poco affacciatesi nel firmamento musicale ma, talvolta, anche vecchi successi sempre verdi – una coreografia, una manciata di passi di danza compatibile con la brevità dei video caratteristici della piattaforma e destinata a diventare virale.

Ovviamente quella coreografia ha sempre qualcuno che per primo la crea e la mette in scena.

E c’è, poi, un esercito di altri utenti che a quella coreografia si ispirano o, molto spesso, che, più semplicemente, quella coreografia imitano, copiano, riproducono pedissequamente.

Ora la comunità di colore dei creators di TikTok sostiene – non da oggi per la verità e non senza un qualche solido argomento – che nella più parte dei casi o, almeno, nei casi di maggior successo a dar vita per primi a questa coreografia siano proprio loro, i creators di colore.

Ma – e questo è l’oggetto della protesta – ciò che accade è che loro sono pagati dalla piattaforma attraverso il revenue share esattamente quanto qualsiasi altro utente che copi, riproduca, faccia sua imitandola la loro coreografia totalizzando un analogo numero di visualizzazioni.

I bianchi, insomma, secondo i manifesti – si fa per dire – della protesta farebbero soldi sulle spalle dei neri.

E non basta perché secondo i promotori dello scio...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli