Governo, Acerbo (Prc): Draghi? No, grazie, film già visto con Monti

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 4 feb. (askanews) - "Non ci uniamo al coro politico-mediatico di esaltazione di Mario Draghi: si tratta di un film già visto con Monti nel 2012 con conseguenze nefaste per milioni di italiane/i. Quali sarebbero le imprese di cui dovremmo ringraziare questo Superman? La troika? La svendita del patrimonio e dell'industria pubblica sul panfilo Britannia? Lo strangolamento della Grecia di Tsipras? Le letterine con cui ha ordinato all'Italia di tagliare la sanità e la scuola, di precarizzare il lavoro e abolire l'articolo 18, di fare la legge Fornero? Ridicolo che Draghi venga presentato come benefattore dell'umanità: lo ricordiamo come il banchiere centrale che, dopo aver lavorato per Goldman Sachs come Monti, ha sostenuto l'austerity neoliberista dicendo che l'Europa non può permettersi il suo stato sociale. Draghi è uno dei più intelligenti e preparati funzionari del capitalismo finanziarizzato globale. Che gli si consegnino le chiavi della Repubblica è la dimostrazione che il pilota automatico ha sostituito la Costituzione". E' quanto si legge in una nota diffusa dal segretario nazionale del Partito della Rifondazione Comunista - Sinistra Europea, Maurizio Acerbo.