Governo al via, Conte chiede lealtà ai ministri

webinfo@adnkronos.com

No a conflitti, ora mi aspetto lealtà. Giuseppe Conte, nel giorno del battesimo del suo secondo governo, ha messo le cose in chiaro. In occasione del primo Consiglio dei ministri dell'era giallorossa celebrato a Palazzo Chigi dopo il giuramento al Quirinale, il premier, secondo quanto si apprende da fonti di governo, si è rivolto a tutti i ministri, chiedendo "leale collaborazione".  

L'obiettivo del presidente del Consiglio è evitare quelle "sgrammaticature istituzionali" che avevano caratterizzato l'ultima fase del precedente esecutivo. Un messaggio voluto e non improvvisato quello del presidente del Consiglio, riferiscono le stesse fonti. La "leale collaborazione" auspicata dal premier andrà declinata sia sul piano dei provvedimenti sia su quello della comunicazione. E questo nuovo clima dovrà ispirare il lavoro e il comportamento di tutti i membri dell'esecutivo targato M5S-Pd-Leu, non solo quello del premier: "Nel governo che presiedo mi aspetto che questi tratti distintivi siano di tutto il governo e non solo miei", il senso delle parole di Conte.