Governo, appello da destra a Meloni: no a Draghi sucidio politico

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 6 feb. (askanews) - Arriva da destra una lettera-appello a Giorgia Meloni per convincere la leader di Fratelli d'Italia a votare la fiducia a Mario Draghi. "Ventisette anni fa nasceva la destra di governo. Ventisette anni dopo sarebbe irragionevole assistere alla regressione di quella svolta storica astenendosi o addirittura negando la fiducia al costituendo governo guidato da Mario Draghi", si legge nel testo siglato da Viviana Beccalossi, presidente di Rifare Italia, e da oltre venti esponenti della destra italiana, tra i quali Massimo Corsaro e Gennaro Malgieri. "Ritirarsi sotto la tenda e da lì abbaiare alla luna equivarrebbe ad un suicidio culturale, morale e politico", si legge nel testo.

All'ex presidente della Bce, viene ricordato nella lettera, "è affidata l'imponente missione di ricostruire una nazione funestata dalla pandemia e dalla crisi economica" e "l'utilizzo delle ingenti risorse europee richiederanno un forte processo di riforme e di innovazione". Secondo i firmatari dell'appello a Meloni "ostinarsi a invocare elezioni anticipate rischia di apparire come una fuga dalle responsabilità. Un atteggiamento che mal s'attaglierebbe a chi dice di avere il patriottismo nel proprio Dna politico-culturale". Da qui l'invito a cambiare idea: "Ci ostiniamo a ritenere non ancora definitivo l'annunciato 'no' o la ventilata astensione di Fratelli d'Italia al governo Draghi", chiosano i firmatari della missiva alla leader di Fdi.