Governo approva Dl per recepimento 5 direttive europee

Mda

Milano, 24 gen. (askanews) - Il Consiglio dei ministri, riunito ieri a palazzo Chigi, su proposta del ministro per gli Affari europei Vincenzo Amendola, ha approvato in esame definitivo un disegno di legge che delega il governo al recepimento delle direttive europee e all'attuazione di altri atti dell'Unione europea (Legge di delegazione europea 2019). Lo si legge in una nota della presidenza del Consiglio che elenca i principali provvedimenti da attuare: la direttiva (UE) 2018/1808 sui servizi di media audiovisivi ("direttiva SMAV"), che ha tra gli obiettivi il rafforzamento della tutela dei minori e dei consumatori, la lotta contro l'incitamento all'odio in tutti i contenuti audiovisivi, lo sviluppo dell'alfabetizzazione mediatica, l'accessibilità ai contenuti digitali da parte delle persone con disabilità; la direttiva (UE) 2018/1972 che istituisce il Codice europeo delle comunicazioni elettroniche e stabilisce un quadro aggiornato ed armonizzato della disciplina delle reti e dei servizi di comunicazione elettronica e delle risorse e dei servizi correlati; la direttiva (UE) 2018/2001 sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili; la direttiva (UE) 2019/633 in materia di pratiche commerciali sleali nei rapporti tra imprese nella filiera agricola e alimentare; la direttiva (UE) 2019/879 sulla capacità di assorbimento di perdite e di ricapitalizzazione degli enti creditizi e delle imprese di investimento; la direttiva (UE) 2019/944 sul mercato interno dell'energia elettrica.