Governo,Bellanova: silenziare i bulli e basta minacciare il voto

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 24 gen. (askanews) - "I ricatti quali sarebbero? Quello di dire che il Paese è fermo?", nella maggioranza "tanti riconoscono che abbiamo posto questioni vere e che non abbiamo fatto una battaglia strumentale". Lo ha detto a SkyTg24 la senatrice e coordinatrice nazionale di Italia Viva Teresa Bellanova.

"Bisogna mettere il silenziatore a chi pensa di fare azioni da bullo, il Paese va ripreso per mano e vanno fatte politiche giuste" ha aggiunto Bellanova, sottolineando che "non si fa un servizio al Paese minacciando le elezioni, non le considero una minaccia ma in questa situazione vengono citate per portare alcuni parlamentari a fare un cambio di casacca per conservare il proprio scranno parlamentare, questo determina disgusto". "In questo momento andare al voto significa bloccare il Paese e saltare tutti gli appuntamenti con l'Europa" e quindi basta "dire o le cose vanno avanti così o ci sono le elezioni", c'è lo spazio "per allargare il perimetro della maggioranza", ha concluso.