Governo, Bernini: è colpo di stato politico a danno italiani

Pol/Vep

Roma, 1 sett. (askanews) - La soluzione per il governo tra Pd e M5S "è assolutamente negativa dal mio punto di vista. Questo governo non è quello che avrei desiderato. Pd e M5S hanno paura del voto, sono state evitate le elezioni e tutto ciò non mi piace per nulla". Lo ha affermato, parlando del nascente governo, la capogruppo di Forza Italia al Senato Anna Maria Bernini intervenendo a La Piazza, la kermesse organizzata da Affaritaliani.it a Ceglie Messapica, Brindisi. "Abbiamo la massima stima nel presidente Mattarella, però non si possono creare maggioranze che non sono compatibili tra loro. Allo stesso tavolo oggi sono sedute persone che si sono querelate fino a pochi giorni fa. Dovrebbero avere l'onestà intellettuale di dire lo facciamo per noi, visto che non lo fanno per l'interesse nazionale. L'interesse nazionale è andare al voto. Non bisogna avere paura degli italiani e degli elettori".

"Si tratta di un colpo di stato politico ai danni degli italiani, un atto di sfiducia nei confronti degli italiani. Chiamiamolo un quieto colpo di stato nei binari della Costituzione ma sbagliato sotto il profilo politico. Mattarella è un giusto notaio e certifica i numeri, che in Parlamento ci sono", ha osservato Bernini. Conte? "E' un avvocato a la carta. E' come il nero che va su tutto, su tutti i governi lui sta", ha concluso.