Governo, Bernini (Fi): Conte avvocato difensore della sua poltrona

Pol/Luc

Roma, 7 ago. (askanews) - "Il 3 giugno scorso, nel pieno delle risse tra Salvini e Di Maio, il premier Conte annunciò solennemente: 'Non mi presto in alcun modo a vivacchiare e galleggiare. Chiedo ai leader di operare una chiara scelta: se non ci fosse una chiara assunzione di responsabilità e - attenzione - se non ci fossero i necessari comportamenti conseguenti, rimetterò il mio mandato al presidente della Repubblica'. Le risse sono continuate, anzi sono degenerate, e oggi la maggioranza si spaccherà al Senato sulla Tav, ma Conte ha già fatto sapere che le mozioni non riguardano né lui né il governo che finge di guidare. Alla faccia della coerenza: da avvocato del popolo a difensore della poltrona". Lo dichiara Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia.