Governo: Biancofiore, 'Draghi faccia entrare segretari partiti maggioranza'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 14 lug. (Adnkronos) – "Il premier Draghi secondo me ha fatto un solo ma grave errore dall’inizio del suo mandato, come già dissi a suo tempo, tenere fuori dal Governo i leader dei partiti dell’unità nazionale. Il suo non è stato il governo dei migliori, non è stato un governo all’altezza di super Mario e questo per colpa di chi gli ha imposto dei tecnici che non si sono rivelati all’altezza. Ora il premier non può pensare che i partiti si suicidino in vista della scadenza naturale della legislatura, quindi l’unica mossa da farsi è offrire ai segretari dei partiti di entrare nella compagine di governo per portare a casa provvedimenti in grado di accontentare i reciproci elettorati". Lo afferma Michaela Biancofiore, componente della Direzione di Coraggio Italia.

"Lo spiego -aggiunge- con più chiarezza: Salvini agli Interni dove già si è rivelato uno straordinario ministro, amato dalla gente e dalle Forze di Polizia che ne hanno nostalgia. Conte al suo tanto amato Lavoro, pulpito dal quale dimostrare che la povertà non si può sconfiggere ma la si può limitare e Letta ai Trasporti, per far partire finalmente le grandi opere. Tertium non datur, questa l’unica via per richiamare tutti alle proprie responsabilità, ma dare anche visibilità e dignità alla politica. Attenzione a quello che viene dopo, il traballare di tutti i Governi Nato mi fa pensare male, con un certo margine di certezza".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli