Governo, Bonafede: su voto Von der Leyen nessun tradimento Lega

Rbr

Roma, 18 lug. (askanews) - I motivi di tensione tra la Lega e il M5S sono stati acuiti dall'elezione alla presidenza della Commissione europea, la tedesca Ursula Von der Leyen che è stata "la scintilla" che ha scatenato le ultime fibirillazioni nell'esecutivo. Lo ha sottolineato il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, a In Onda su la7.

"Non siamo alleati con la Lega a livello europeo e non c'è nessuna allenaza che è stata tradita", ha spiegato Bonafede. "Quando si va in Europa non si può discutere dei nomi ma delle proposte anche Salvini ha detto che la vuole cambiare l'Europa. È Salvini che è in contraddizione", ha detto Bonafede considerando gli impegni della neo presidente su immigrazione, salario minimo e ambiente.

"Come faccio a dire di no rispetto a propste di questo tipo che sono quelle che noi portiamo in Europa. I nove voti per l'Italia sono importanti perchè saremo l'ago della bilancia, si apre l'occasione per fare quello chhe abbiamo detto e vigileremo".