Governo, Brunetta: incapace di risolvere crisi aziendali

Pol/Vlm

Roma, 27 nov. (askanews) - "L'ISTAT ha riconfermato il momento estremamente difficile della nostra industria, alle prese, oltre che ad un forte calo della domanda proveniente soprattutto dai paesi europei (Germania in primis), con pesanti crisi aziendali come quella dell'Ilva e dell'Alitalia e con una generalizzata fuga degli investitori stranieri dal nostro Paese. Davanti a questi dati allarmanti, il Governo non sa trovare alcuna soluzione, mostrando una assoluta incapacità di trovare delle politiche economiche e industriali all'altezza di risolvere i problemi". Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.

"L'ultima in ordine di tempo, è la retromarcia (l'ennesima) dell'Esecutivo su Plastic tax e tassazione delle auto aziendali, che il premier Conte e il ministro dell'Economia Gualtieri hanno promesso di ridurre. Oltre a dare l'idea di essere un Governo che non ha le idee chiare sulla politica economica da seguire, una riduzione di queste tasse comporterebbe, secondo le stime, un calo di gettito pari a 1,1 miliardi di euro. Il che vuol dire che, per mantenere invariati i saldi della manovra promessi a Bruxelles, in particolare il rapporto deficit/Pil 2020 al 2,2%, dovrà aumentare le altre tasse o aumentare il deficit e, di conseguenza, il debito. Quindi, o sta prendendo in giro gli italiani, o sta prendendo in giro l'Europa. In entrambi i casi, il trucco verrà prima o poi scoperto. Con tutte le conseguenze che pagheremo sui mercati finanziari", conclude.