Governo, Brunetta: se continua scontro Ue possibile downgrade

Sen

Roma, 4 ago. (askanews) - "In settimana ci sarà il primo giudizio da parte delle agenzie di rating, quello di Fitch (9 agosto). Il rating sul debito italiano dovrebbe rimanere invariato a BBB, ma qualche sorpresa ci potrebbe essere, per via del fatto che l'agenzia non ha espresso giudizi molto lusinghieri sull'operato del Governo gialloverde e, soprattutto, sulle prospettive di crescita dell'economia italiana". Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.

"Poi - aggiunge - toccherà a Moody's, la più "cattiva" delle agenzie (6 settembre) e Standard and Poor's (25 ottobre). Soprattutto l'ultima cadrà nel periodo di scrittura della Legge di Bilancio, e quindi è quella più delicata. Gli avvisi al Governo sul fatto che uno scontro con la Commissione potrebbe portare anche a un downgrade non sono stati nemmeno troppo velati. Anche per questo motivo, lo spread ha ricominciato a risalire leggermente e la Borsa a scendere, nonostante il principale motivo del calo sia legato alle nuove tensioni commerciali tra Stati Uniti, Cina e Unione Europea, con la Germania che ne sta pagando il prezzo più alto. A rimetterci, però, è tutta l'economia europea, Italia in primis, per via dei forti legami commerciali con Berlino".