Governo, Cangini: Berlusconi da Conte perché ha senso Stato.

Pol/Bac

Roma, 30 ago. (askanews) - "Capita ancora oggi, talvolta, di sentirsi domandare in cosa Forza Italia si differenzi dalla Lega o da Fratelli d'Italia. In queste ore la risposta è sotto gli occhi di tutti. Matteo Salvini e Giorgia Meloni non condividono la nascita del governo giallorosso e rifiutano di partecipare alle consultazioni col presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte. Silvio Berlusconi non condivide la nascita del governo giallorosso ma alle consultazioni col presidente del Consiglio incaricato ci va". Lo dichiara il senatore Andrea Cangini, responsabile Cultura di Forza Italia.

"Incontrare il professor Conte sapendo che ha già il sostegno di una maggioranza parlamentare di ultrasinistra è cortesia da galantuomini, partecipare alle consultazioni del presidente del Consiglio incaricato dal Presidente della Repubblica di formare un governo per l'Italia è un dovere da uomini di Stato. Un dovere istituzionale. Per capirlo non occorre avere il mito della Costituzione, basta avere il senso dello Stato... Ecco, Forza Italia ha il senso dello Stato. Lega e Fratelli d'Italia, evidentemente, no", conclude.