Governo, Carrara (Fi): cresce debito pubblico senza ripresa economica

Pol/Vlm

Roma, 16 set. (askanews) - "Nello stesso momento in cui Conte colora di rosso il suo governo l'indebitamento degli italiani si adegua e cresce a dismisura. Bankitalia ci informa che a luglio il debito pubblico ha raggiunto un nuovo record negativo attestandosi a 2409,9 miliardi con un incremento di 23,5 miliardi rispetto il mese precedente. Ma quel che è più grave è che nonostante il debito pubblico aumenti la crescita della nostra economia si allontana sempre di più". Lo afferma il deputato Maurizio Carrara, responsabile Industria di Forza Italia.

"Paghiamo - prosegue Carrara - le scelte sbagliate di politica economica e industriale incentrate sull'assistenzialismo e sullo statalismo di cui il M5S è stato sempre fautore, ora condivise anche dal Pd. Scelte stataliste confermate anche stamani visto che l'aumento del debito pubblico proviene per lo più dall'incremento di spesa delle amministrazioni centrali. E' una sciagura quella di aumentare il debito senza intraprendere minimamente la strada della ripresa economica. Noi di Forza Italia temiamo purtroppo che la lista degli errori del M5S e del Pd sia solo all'inizio e per questo da forza di opposizione continueremo a chiedere incessantemente misure serie e concrete a favore della crescita, dell'occupazione e della rinascita economica dell'Italia", conclude Carrara.