Governo: Ciriani, 'non lo decidono mille sindaci Pd ma milioni di italiani con elezioni'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 20 lug. (Adnkronos) – "Adesso basta, tiriamo una riga e andiamo oltre. Non voteremo la fiducia senza tatticismi: vogliamo stare lontano dai suoi falsi amici, dai suoi falsi alleati, dal falso amor di Patria, dal falso senso di responsabilità, da un Parlamento dominato dalla paura del voto che pensa soltanto a sopravvivere. Lavoriamo per un nuovo Governo serio, forte e responsabile. Ma questo Governo non è quello che decidono i mille sindaci del Pd, è quello che decidono milioni di italiani il giorno delle elezioni". Lo ha affermato il capogruppo di Fdi al Senato, Luca Ciriani, nella dichiarazione di voto sulla fiducia posta sulla risoluzione sulle comunicazioni del presidente del Consiglio, Mario Draghi.

"Tutto il suo discorso -ha proseguito l'esponente di Fdi rivolgendosi al premier- è stato costruito per compiacere il Partito democratico e la sinistra, non una parola a favore del centrodestra e delle sue proposte. Noi non mettiamo a rischio l'Italia, quello che è a rischio non è l'Italia ma il sistema di potere che il Pd ha costruito dal dicembre 2011 quando hanno cacciato Berlusconi. La nostra serietà l'abbiamo dimostrato in politica estera quando ci siamo schierati a fianco dell'Italia, dell'Unione europea, della Nato e dell'Ucraina".

"Quelli che l'hanno applaudita questa mattina -ha concluso Ciriani- sono gli stessi che l'hanno boicottata il giorno che doveva salire al Quirinale, sono persone che la elogiano in pubblico e la tradiscono in privato".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli