Governo: Confindustria Moda, 'meri calcoli elettorali minano fragile ripresa'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 15 lug. (Adnkronos) – "Il mondo del Tessile, Moda e Accessorio esprime forte preoccupazione per gli sviluppi politici che il Paese sta vivendo. Il contesto attuale impone che il governo possa lavorare e portare avanti tutti gli impegni assunti, sia sul piano interno, che a livello internazionale". Lo dichiara Cirillo Marcolin, presidente di Confindustria Moda.

"Il nostro settore, che occupa circa 600mila persone in Italia ed è il principale contributore alla bilancia commerciale del Paese, non è ancora completamente uscito dalla crisi pandemica e la ripresa del comparto è messa a rischio dall’esplosione dei costi di energia e materie prime, dalla crescita dell’inflazione e dalla forte esposizione sui mercati internazionali delle nostre imprese", aggiunge.

"Questa grave irresponsabilità danneggia le nostre imprese, i nostri lavoratori e tutto il sistema Paese nel suo insieme. Siamo in balia di meri calcoli elettorali che minano la fragile ripresa di tutta l’Italia, oltre che del nostro settore", conclude Marcolin.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli