Governo, Consiglio dei ministri convocato oggi alle 16.30

Pol/Vlm

Roma, 3 ott. (askanews) - Il Consiglio dei ministri è convocato in data odierna, alle ore 16.30 a Palazzo Chigi, per l'esame del seguente ordine del giorno:

- Decreto legislativo: Modifiche ed integrazioni ai decreti legislativi 25 maggio 2017, n.90 e n. 92, recanti attuazione della direttiva 2015/849/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 20 maggio 2015, nonché attuazione della direttiva 2018/843/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 30 maggio 2018 che modifica la direttiva 2015/849/UE relativa alla prevenzione dell'uso del sistema finanziario a fini di riciclaggio o finanziamento del terrorismo e che modifica le direttive 2009/138/CE e 2013/36/UE - Esame definitivo (Affari europei - Economia e finanze);

- Decreto legislativo: Disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 21 maggio 2018, n. 74, recante riorganizzazione dell'Agenzia per le erogazioni in agricoltura - AGEA e per il riordino del sistema dei controlli nel settore agroalimentare, in attuazione dell'articolo 15, della legge 28 luglio 2016, n.154 - Esame definitivo (Politiche agricole);

- Decreto del presidente della Repubblica: Regolamento concernente la disciplina delle procedure di raccolta, accesso, comunicazione, correzione, cancellazione ed integrazione dei dati e delle informazioni registrati nel Centro elaborazione dati di cui all'articolo 8 della legge 1 aprile 1981, n. 121, in attuazione dell'articolo 57 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Esame preliminare (Presidenza - Interno);

- Leggi regionali Esame, ai sensi dell'articolo 127 della Costituzione, di leggi regionali;

- Determinazioni a norma dell'articolo 2, comma 3, lettera g), della legge N. 400/1988 Deliberazioni in merito alla costituzione nei giudizi promossi dalle Regioni Umbria, Toscana e Friuli-Venezia Giulia dinanzi alla Corte Costituzionale;

- Delibera a norma dell'articolo 1, comma 3 del decreto-legge n. 61/2019 Proposta di delibera del Consiglio dei ministri in merito agli accantonamenti disposti per l'anno 2019 di cui all'Allegato 1 del decreto-legge 2 luglio 2019, n. 61;

- Varie ed eventuali.