**Governo: Conte con Letta vs Salvini, sfida 'giallorossa' a Lega 'che fa su odg Meloni?'** (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – "Quando si sta al governo -dice Letta- i discorsi che si fanno poi hanno delle conseguenze e alle parole poi devono seguire i fatti. Ieri quando ho detto 'o si sta al governo o all'opposizione', ho detto una cosa che secondo me è legata alla bontà del lavoro che dobbiamo fare insieme per i prossimi due anni, credo che sarebbe un bene per tutti. Non apro polemiche per visibilità, ma nell'interesse di questa avventura di governo di unità nazionale".

E Conte si muove in linea: "Utilizzare la propria posizione per incassare onori e vantaggi, rifuggendo però oneri e responsabilità, è tanto facile quanto ingiusto e scorretto" ed è "intollerabile in piena pandemia fingere di essere all'opposizione per cavalcare il malcontento dei cittadini e al tempo stesso assestarsi comodamente al vertice di ministeri importanti e sedersi tra i banchi della maggioranza per lucrare vantaggi, per appuntarsi medaglie e piantare bandierine".

L'ex-premier interviene anche sul punto del coprifuoco alle 22 spiegando di "confidare in una revisione" il prima possibile, appena i dati lo consentiranno. Un modo per disinnescare la 'narrazione' degli aperturisti vs i rigoristi. Dice a Repubblica il coordinatore dei sindaci Pd, Matteo Ricci: "A Salvini non frega niente del coprifuoco, l'unica cosa che gli interessa, da cui è terrorizzato, è Meloni. Comunque il governo ha sbagliato a comunicare: doveva spiegare che si tratta di quindici giorni di ulteriore prudenza per non compromettere gli sforzi fatti sin qui, e poi quel limite delle 22 sarà modificato".