Governo, Conte: difendo interesse paese, no sterile isolazionismo

Gal

Roma, 9 set. (askanews) - "Difendere l'interesse nazionale non significa abbandonarsi a sterili ripiegamenti isolazionistici. Difendere l'interesse nazionale significa, come ho sempre cercato di fare, mettere la propria Patria al di sopra di tutto e non farsi mai condizionare da pressioni di poteri economici e da indebite influenze esterne". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, durante le dichiarazioni programmatiche alla Camera sulla fiducia al governo. Un passaggio evidentemente rivolto all'ex alleato della Lega che è stato infatti molto contestato dai deputati del Carroccio.

"Rimango fermamente convinto - ha proseguito il premier - che è dentro il perimetro dell'Unione Europea e non fuori da esso che si deve operare alla ricerca del benessere degli italiani, aggiornando e rivitalizzando un progetto che ha assicurato - per decenni - pace, prosperità e sempre maggiori opportunità per i nostri cittadini, a partire dai più giovani".

"Ma perché la difesa dell'interesse nazionale sia davvero efficace occorre prendere parte e incidere nei processi in corso offrendo il proprio contributo critico, in un'ottica di costruttiva cooperazione e di rispetto del quadro normativo vigente", ha avvertito Conte.