Governo: Conte, 'nostra non era no a fiducia ma reazione a umiliazioni subite'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 16 lug. (Adnkronos) – "Quando al Senato abbiamo partecipato al voto, abbiamo cercato di circoscrivere al minimo il significato politico. Non era una votazione contraria e quindi neppure un'astensione. Ritenevamo giusto, alla luce della forzatura che è stata operata nei nostri confronti e principi, che non fosse attribuita a questa non partecipazione al voto il significato di un voto contrario alla fiducia. Quella nostra mancata partecipazione è stata intesa come elemento di rottura del patto di fiducia. Ne prendiamo atto". Così il leader del M5S Giuseppe Conte su Fb, affermando che la decisione assunta è stata anche una "reazione atteggiamenti di "chiusura che hanno rasentato l'umiliazione politica".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli