Governo: Conte, 'premere su transizione energetica'

webinfo@adnkronos.com

"La strategia del governo per un'Italia verde si articola su tre pilastri" e tra questi "premere sulla transizione energetica". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte intervenendo agli Stati generali della transizione energetica. 

Il governo nella manovra ha impostato "un green New Deal" che deve assumere la forma di "un patto con il mondo industriale e produttivo, per favorire un uso sostenibile delle risorse naturali, la transizione verso fonti di energia rinnovabili, l'efficientamento energetico, la digitalizzazione, l'integrazione dei sistemi".  

"Solo un coraggioso cambio di passo puo' contrastare - ha detto il premier - il sentimento di sfiducia che attraversa le nostre società". 

"In questa prospettiva, decisivo, a mio avviso, è il percorso di sostenibilità che non è solo ambientale, ma anche sociale ed economica, verso cui l'economia deve con determinazione indirizzarsi. Per affrontare e vincere questa sfida non possiamo limitarci ad una tattica di breve respiro. Dobbiamo rispondere con uno sforzo di sistema, che coinvolga non solo le istituzioni pubbliche, ma anche le imprese, il mondo del lavoro, il mondo finanziario e bancario, gli enti di ricerca e le università". 

"Il governo sta promuovendo, in sede europea, la possibilità di scorporare dal calcolo del deficit pubblico gli investimenti verdi". Sarebbe un'occasione, ha spiegato Conte, "per favorire l'occupazione, ridurre le emissioni e trasformare radicalmente il nostro sistema produttivo. Un'occasione unica per dare nuova linfa al progetto europeo e per dare una risposta autenticamente europea al rallentamento economico in atto".