Governo,Conte:su fine vita auspico legge condivisa in Parlamento

Gal

Roma, 10 set. (askanews) - "E' auspicabile un'ampia condivisione per poter intervenire e legiferare in materia". Così il presidnete del Consiglio Giuseppe Conte, replicando in Aula al Senato nel dibattito sulla fiducia ha risposto a proposito della legge sul fine vita.

Questo tema, ha spiegato Conte, "non è oggetto del programma di governo, ho ritenuto io stesso di non inserirlo perchè non penso si presti a un progetto politico, a delle linee programmatiche, sono in gioco diritti fondamentali della persona, il diritto alla vita".

"Quello che posso augurare è che il Parlamento trovi il modo per poter approfondire la questione e lo faccia rapidamente, diversamente si arriverebbe a una pronuncia della Corte Costituzionale", ha aggiunto il premier che suggerisce anche di "incentivare il ricorso alle cure palliative, rafforzare tutte le mnisure per alleviare le sofferenze dei malati inguaribili e la formazione bioetica degli operatori sanitari".