##Governo, Conte vuole i sottosegretari domani, ma possibile rinvio

Afe

Roma, 11 set. (askanews) - Giuseppe Conte punta a chiudere domani la partita dei sottosegretari, ma la lista è ancora tutta da chiudere e quindi ci potrebbe essere un rinvio.

Da questa mattina si susseguono riunioni e contatti per cercare di chiudere la lista del governo. Il premier vorrebbe portare le nomine in un Consiglio dei ministri da convocare per domani (indicativamente intorno alle 15) e da Bruxelles ha 'pungolato' le forze di governo. "Domani - ha detto - sarebbe buono riuscire a completare la lista della squadra per poter partire essere quanto prima attivi".

Da Roma, però, arriva la frenata. Secondo fonti Pd "si lavora per chiudere, ma non è detto che ci si possa fare entro domani". Per i Dem i problemi maggiori sono all'interno del Movimento 5 stelle, anche se pure in casa Pd ci sono molti 'candidati' per coprire pochi posti e gli equilibri da mantenere sono complessi. In particolare sarebbero da sciogliere i nodi relativi ai sottosegretari alla Presidenza del Consiglio (con deleghe rilevanti come quella all'Editoria, che dovrebbe andare al Pd), al Ministero dell'Economia, alle Infrastrutture, agli Interni. Fonti pentastellate, però, smentiscono possibili contrasti assicurando che "a Palazzo Chigi il clima è ottimo e la squadra di governo è al lavoro con spirito collaborativo".

Da parte sua la componente di sinistra di Leu punta ad avere uno o (molto meno probabilmente) due caselle. "Noi non creiamo difficoltà - spiega un dirigente di Mdp - ma so che dei problemi a chiudere entro domani ci sono. Però devono fare in fretta altrimenti già dalla prossima settimana ci saranno problemi nell'attività parlamentare". Difatti, stamani, la conferenza dei capigruppo di Montecitorio non ha fissato la data per il voto sulla riforma per il taglio dei parlamentari, in attesa proprio della nomina dei sottosegretari.