Governo, Conte-bis incassa anche la fiducia del Senato

Italian Prime Minister Giuseppe Conte is greeted after his speech ahead of a confidence vote in Rome, Italy September 10, 2019 REUTERS/Remo Casilli

Dopo quella della Camera, il governo Conte-bis incassa la fiducia anche del Senato.

Con 169 sì, 133 no e 5 astenuti, il nuovo esecutivo giallo-rosso firmato M5S-Pd ottiene il via libera definitivo dal Parlamento ed assume la pienezza di poteri. I senatori che non hanno partecipato al voto sono stati i senatori a vita Napolitano, Piano, Rubbia, i Cinque Stelle Bogo, Deledda e Ciampolillo, la Pd Rojc (malata), il leghista Umberto Bossi, i senatori di Forza Italia Modena, Stabile, Berutti, Conzatti e Giammanco e l'ex M5s De Bonis ora al Misto.

Conte: “Nuovo inizio per l’Italia”

Tramite i social il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha accolto con entusiasmo l’esito del voto di fiducia del Senato: "Il Parlamento ha votato la fiducia al Governo. Un nuovo inizio per l'Italia, una stagione riformatrice di rilancio e speranza. Costituzione e rispetto delle Istituzioni la nostra bussola, gli interessi degli italiani il nostro obiettivo. Al lavoro con coraggio e determinazione".

Di Maio: “Ora conquistiamo fiducia degli italiani”

"Oggi abbiamo ottenuto la fiducia del Parlamento, ora con i fatti dobbiamo ottenere la fiducia degli italiani, che è la cosa che mi sta a cuore. Ho assistito ad una crisi di governo surreale, hanno creduto di andare al voto, ora accampano scuse, citando il colloquio tra Merkel e Conte, che è avvenuto a febbraio". Queste le parole del ministro degli Esteri e capo politico del M5S Luigi Di Maio che, nel corso di un'intervista rilasciata ai microfoni di diMartedì ha anche sottolineato di essere stato scettico in passato sul Pd, ma "poi mi sono consultato con il Movimento, anche con Grillo, l'abbiamo messo al voto, l'80% degli iscritti ha votato a favore del nuovo governo. Poi quando mi sono seduto al tavolo con il Pd mi ha stupito positivamente che eravamo d'accordo su temi come il salario minimo e i temi ambientali. Senza essere di destra e di sinistra, puo' iniziare un nuovo percorso".