Governo: Dadone, 'con Conte faremo sentire di più la nostra voce'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 8 giu. (Adnkronos) – "Ora Conte potrà partire, e questo è positivo non solo per il Movimento ma per il Paese". Lo dice la ministra M5S Fabiana Dadone a Il Fatto Quotidiano. In concreto, cosa dovrebbe fare? "Il primo punto è ristabilire un rapporto con la base e con gli attivisti, che in questi anni di governo si è un po' allentato. E poi ci sono i temi del Movimento da portare avanti. Stando al governo abbiamo realizzato molti punti di programma, dal reddito di cittadinanza alla legge anti-corrotti, ma bisogna proseguire".

"Ora con Conte alla guida potremo far sentire più forte la nostra voce sulle nostre battaglie, dentro e fuori il governo. Prima lui doveva dedicarsi molto ai dati degli iscritti e a vicende del genere. Su temi come la transizione ecologica e la giustizia dovrà faticare parecchio, a naso. Siamo stati noi del Movimento a chiedere e ottenere un ministero apposito. Ma è chiaro che su temi come la giustizia, e penso in particolare alla riforma della prescrizione, la nostra linea è mantenere quei provvedimenti". Che tipo di segreteria si aspetta? Con molte donne? "È un fatto che do per scontato, perché noi Cinque Stelle siamo sempre attenti a dare piena rappresentanza a tutti".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli