Governo: Draghi, 'avanti, non guardo calendario elettorale', Salvini rilancia fronte discoteche

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 6 ott. (Adnkronos) – E' agguerritissimo Matteo Salvini, che pur, dopo l'affondo di ieri contro la decisione del premier Mario Draghi di tirare dritto sulla delega fiscale nonostante l'altolà della Lega, sembra oggi abbassare un tantino i toni. Ma continuando a pungere, pungolare, sollevare temi potenzialmente divisivi. Se da un lato il leader del Carroccio ribadisce infatti a chiare lettere la presenza della Lega al governo -"Letta e Conte se ne facciano una ragione"- dall'altra apre un nuovo fronte, tornando a cavalcare il dibattito sulle riaperture: “Discoteche riaperte, col Green Pass, ma solo col 35% di capienza? Presa in giro senza senso scientifico, sanitario, sociale ed economico, con questi numeri rischiano di fallire 3.000 aziende e di rimanere a casa 200.000 lavoratori”, tuona il capo della Lega.

Che alza il tiro anche sulle cartelle esattoriali. "Un impegno che chiedo personalmente al presidente Draghi, gliel'ho chiesto già nel marzo scorso, è un intervento risolutivo. Ci sono 120 milioni di cartelle esattoriali di Equitalia che rischiano di essere una mazzata definitiva nella ripresa post-Covid per famiglie e imprese". "Ogni giorno la sua pena", commenta un ministro del fronte progressista, e così il Cdm che dovrebbe tenersi tra domani pomeriggio e venerdì sulle riaperture potrebbe serbare nuove sorprese.

Intanto da Brdo, dove ha preso parte al summit informale Ue, Draghi risponde a Salvini, incalzato dai cronisti che in conferenza stampa chiedono conto dello scontro. "Ieri rispondendo alla stessa domanda ho detto 'chiedete a Salvini'. Oggi lui ha parlato e ha detto che la partecipazione al governo non è in discussione: ci vedremo nei prossimi giorni", promette ravvisando la necessità di un incontro che a questo punto appare non più rinviabile. Quanto alla tenuta del suo esecutivo Draghi mostra di non serbare alcun dubbio, riservando quella che sembra suonare come una stilettata: "Il governo va avanti, la sua azione non può seguire il calendario elettorale". Chi ha da intendere, intenda.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli