Governo Draghi, Meloni: "Dalla parte del torto perché altri posti occupati"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

"Ci sedemmo dalla parte del torto perché tutti gli altri posti erano occupati". Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d'Italia, ha iniziato con questa citazione di Bertolt Brecht il suo intervento nella dichiarazione di voto alla Camera.

"Non avrà il nostro voto di fiducia, ma avrà il nostro stimolo e il nostro supporto per ogni decisione che reputeremo giusta, perché noi siamo prima di tutto dei patrioti. Presidente Draghi, disse in un celebre discorso che avrebbe salvato l'eurozona 'Whatever it takes', e aggiunse 'credetemi sarà abbastanza'. Oggi quello che noi ci aspettiamo da lei è che dica con la stessa determinazione che farà tutto quello che serve per difendere l'Italia: le sue aziende, il suo lavoro, i suoi confini, la sua identità. Noi la giudicheremo su questo, solo su questo, senza pregiudizi e senza sconti".

"Ascoltandola ieri -ha sottolineato rivolgendosi al presidente del Consiglio, Mario Draghi- mi è venuto in mente Gandhi: sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo. Perché ci sono cose condivisibili in quello che lei ha detto, il problema è come si conciliano con le sue scelte".

"Anche noi, presidente Draghi -aggiunge la leader di Fdi- nell'ambito del nostro mandato, faremo tutto quello che serve per salvare questa nazione e la sua democrazia e non so dirle se sarà abbastanza, ma sarà certamente tutto quello che potevamo fare".

"Quando scatterà il semestre bianco, vedrà quanti dissidenti temerari verranno fuori" conclude.