Governo Draghi, Salvini: "Italia chiama, Lega risponde"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

"L'Italia chiama, chi può risponde. Forse non era conveniente" a livello di consenso, "ma non me la sento di tirarmi indietro". Così Matteo Salvini, ospite del tg di La7, dopo l'annuncio con i nomi dei ministri del governo Draghi.

"Noi non avevamo chiesto nomi ma cose da fare: un ministero della disabilità, che è stato creato, un ministero del turismo ad hoc", visto il settore in "grande sofferenza". "Ora non vediamo l'ora di metterci a lavorare", sottolinea il leader della Lega rivelando di essere stato chiamato dal premier "10 minuti prima" della sua salita al Quirinale.

"Abbiamo grandi responsabilità" con questo governo, certo "qualche riconferma, penso a Speranza o Lamorgese, avrà bisogno di un cambio di marcia" perché "non tutto è andato per il meglio''.