**Governo: duello partiti su sottosegretari, si punta a chiudere lunedì ma strada in salita** (3)

·1 minuto per la lettura
**Governo: duello partiti su sottosegretari, si punta a chiudere lunedì ma strada in salita** (3)
**Governo: duello partiti su sottosegretari, si punta a chiudere lunedì ma strada in salita** (3)

(Adnkronos) – Alla Difesa ci potrebbe essere il ritorno di Angelo Tofalo, che aveva già rivestito il ruolo di sottosegretario nel primo governo Conte, ma altro nome che rimbalza è quello del giovanissimo Luigi Iovino. Un'altra possibile new entry è Luca Carabetta, giovane deputato tra i nomi indicati da Capital tra gli under 40 più impegnati per un futuro migliore: per lui potrebbe aprirsi uno spazio al ministero dell'Innovazione tecnologica e la transizione digitale capitanato da Vittorio Colao. La senatrice Alessandra Maiorino potrebbe approdare al dicastero per le disabilità. Infine, per affiancare Luigi Di Maio alla Farnesina nel Movimento se la giocano in due, due ex: la viceministra Emanuela Claudia Del Re o Manlio Di Stefano.

Per quanto riguarda il Pd la partita ruota attorno all'ormai famoso 'caso' donne. Il segretario Nicola Zingaretti anche oggi ha ripetuto che la 'ferita' verrà sanata. "Il passaggio del governo è stata ferita grave a cui rimedieremo perché fa parte della nostra cultura". Tuttavia tra i parlamentari dem è forte la convinzione che i tre uscenti maschi di cui si parla in questi giorni restino in pole position per una riconferma: Antonio Misiani già viceministro al Mef, Matteo Mauri viceministro all'Interno e Andrea Martella sottosegretario alla presidenza con delega all'Editoria.

Sui 7 posti tra viceministri e sottosegretari che dovrebbero spettare al Pd la ripartizione di genere si articola tra 2/3 uomini e 4/5 donne. Se le donne fossero cinque, in complesso, la delegazione dem di governo sarebbe in perfetta parità di genere. Tuttavia nella partita potrebbe anche entrare la variante vicesegreteria: la prossima settimana – ancora non c'è convocazione – potrebbe tenersi una Direzione del Pd nella quale discutere della questione per la nomina di vicesegretaria donna.