**Governo: duello partiti su sottosegretari, si punta a chiudere lunedì ma strada in salita** (2)

·1 minuto per la lettura
**Governo: duello partiti su sottosegretari, si punta a chiudere lunedì ma strada in salita** (2)
**Governo: duello partiti su sottosegretari, si punta a chiudere lunedì ma strada in salita** (2)

(Adnkronos) – Stesso discorso per il dicastero del Lavoro, guidato dal dem Andrea Orlando, dove per puntellare il reddito di cittadinanza potrebbe arrivare la deputata Maria Pallini, nel team del futuro proprio come 'facilitatrice' delle tematiche sul lavoro. I 5 Stelle puntano poi a 'piazzare' un loro uomo al super dicastero 'green' voluto da Beppe Grillo. In pole per affiancare Roberto Cingolani – il fisico suggerito a Draghi dallo stesso fondatore del M5S – c'è Stefano Buffagni, che nel peggiore dei casi potrebbe restare al Mise ma che sicuramente ricoprirà una casella del sottogoverno.

Per lo Sviluppo economico si fa largo anche il nome di Carla Ruocco, ma per approdare a via Veneto l'ex esponente del direttorio grilllino dovrebbe lasciare la presidenza della commissione di inchiesta sulle banche, il che aprirebbe una nuova partita in Parlamento e rischierebbe di generare ulteriore dissenso nei 5 Stelle. L'ex viceministro Giancarlo Cancelleri potrebbe essere confermato ai Trasporti, ma non è escluso che lasci per il dicastero del Sud, complice il dissenso dei parlamentari meridionali per l'inconsistenza del Sud nella compagine governativa.

Sulla rampa di lancio, sempre per il dicastero guidato da Mara Carfagna, la deputata Gilda Sportiello. Al ministero dell'Economia i pentastellati puntano sulla riconferma di Laura Castelli, mentre all'Interno dovrebbe tornare a spuntarla Carlo Sibilia. Pierpaolo Sileri potrebbe restare con Roberto Speranza alla Salute, per la Scuola 'scalpita', stando almeno ai rumors interni, Luigi Gallo, ma potrebbe spuntarla anche l'ex sottosegretario alla Cultura nel primo governo Conte Gianluca Vacca.