Governo, Emiliano: unione innaturale. Non hanno nulla in comune

Rus

Roma, 25 lug. (askanews) - "Non si era mai visto un presidente del Consiglio che prende una decisione importante, grave, connessa alla sopravvivenza del suo stesso governo, mi riferisco ovviamnte al sì alla Tav del M5S e suo presidente del Consiglio, e che l'intero partito lo abbandona platealmente in Aula a parlare da solo. Una cosa così dimostra che questo paese non è più governato, c'è un conflitto interno che deriva dall'unione innaturale tra due forze politiche che non hanno nulla in comune se non il desiderio di sopravvivere e di occupare poltrone che evidentemente in questo momento non servono più all'Italia". A spiegarlo è stato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano parlando con i giornalisti al termine della Conferenza delle Regioni.