Governo, Fioramonti: lavorerò per risolvere le emergenze

Pol/Vlm

Roma, 4 set. (askanews) - "Secondo me è importante fare in modo che le nuove generazioni abbiano spazio nel dibattito pubblico del paese. Deve essere data la possibilità di esprimersi a chi oggi è a scuola e si cimenta con la creazione del futuro. E la controparte governativa ascolti!". Così il ministro dell'Istruzione, università e ricerca, Lorenzo Fioramonti ai microfoni di Radio Capital.

"Sono convinto che il mondo e il nostro paese debbano cambiare in modo radicale. Non è detto che i giovani siano portatori di particolari novità ma sicuramente gli anziani non hanno capito come cambiarlo e dunque vale la pena ascoltare voci nuove. Idee innovative possono aiutare il paese, l'Europa e il mondo a mettersi nella direzione giusta", prosegue il ministro.

Potesse risolvere il problema più grande che affligge il mondo della scuola, spingendo un pulsante? "Sicuramente dobbiamo risolvere una serie di emergenze altrimenti non riusciamo a costruire l'alternativa. Perché le emergenze soffocano questo paese da 30 anni. Se riuscissi a risolvere l'emergenza della continuità degli studi, se riuscissi a fare uscire le università dalle costanti emergenze finanziarie, beh, a quel punto tutto è possibile. Se non riusciamo a dare ossigeno, rimarremo sempre bloccati dal presente".