**Governo: Garofoli in Cdm, troppi ritardi in attuazione norme** (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – "Le Amministrazioni -si legge nella nota del Cdm- hanno al riguardo definito un primo cronoprogramma (piano di adozione) predisposto sulla base di specifici criteri di priorità (per esempio l’impatto finanziario legato all’attuazione di una specifica disposizione normativa o l’incidenza sociale del provvedimento da adottare o il significativo rilievo per specifici settori). Si prevede che, dei 644 provvedimenti da adottare, 58 saranno adottati nei prossimi due mesi; 194 entro ottobre 2021; 122 tra ottobre e dicembre 2021; 35 nel 2022. Su 184 provvedimenti sono state fornite indicazioni sullo stato dell’iter, in taluni casi anche in fase avanzata".

"Ai Ministri è stato chiesto di esortare le rispettive Amministrazioni perché imprimano un’ulteriore accelerazione nell’adozione dei provvedimenti di loro competenza. Si provvederà a un aggiornamento costante dei dati del monitoraggio odierno, anche al fine di individuare le problematiche più ricorrenti che sono alla base dei ritardi o delle difficoltà nell’adozione dei provvedimenti attuativi e di elaborare conseguenti soluzioni di sistema".

"In Consiglio dei ministri è stata, inoltre, condivisa l’esigenza di attenuare la tendenza al rinvio a decreti attuativi prediligendo normative autoapplicative, senza, ovviamente, per questo irrigidire o irragionevolmente innalzare il livello delle fonti".