Governo, Gasparri (Fi): è pro droga e eutanasia. Chiesa rifletta

Red/Mpd

Roma, 2 feb. (askanews) - "Oggi è la 'Giornata della vita'. I vescovi, e tutto il mondo cattolico sono chiamati ad una riflessione, che non può rimanere soltanto astratta, ma deve scendere sul concreto. Anche la Conferenza dei vescovi deve riflettere, infatti, sull'eccesso di appoggio di taluni esponenti della Chiesa a personaggi come Conte e al suo governo. Grillini e Pd sono i fautori della legalizzazione delle droghe, delle pratiche eutanasiche, dell'aggressione costante e sistematica alla vita e alla famiglia. Nessuna diffidenza nei confronti di esponenti dell'area cosiddetta sovranista può giustificare una resa valoriale così evidente e grave. Noi cattolici impegnati in formazioni politiche come FI, legati alla tradizione e al manifesto dei valori del PPe, dobbiamo intensificare l'azione a tutela di vita, famiglia e difesa di chi cade nel tunnel della droga. Ma chi avalla partiti e governi che uccidono i valori e la vita compie un gravissimo errore. È tempo di un chiarimento anche tra i cattolici impegnati in politica, al di là del rispetto formale alle gerarchie ma anche delle ipocrisie. Chi sta con Pd, grillini e Conte sta dalla parte dei nemici della vita. È tempo di dirlo con chiarezza. Il resto sono frottole". Lo dichiara il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri.