Governo, Gasparri: indici di tasse e sbarchi stanno decollando

Pol-Afe

Roma, 3 nov. (askanews) - "E meno male che con il nuovo governo di sinistra dovevano salvare l'Italia dall'Iva e dalle tasse. Registriamo un incremento dell'imposizione fiscale a tutti i livelli e l'incremento degli sbarchi di clandestini. I due indici decollano, come era stato facile prevedere con un governo talmente di sinistra, come mai ce ne erano stati in Italia. Ogni giorno sbarchi di clandestini, con la bugia fantasmagorica della ripartizione degli stessi tra i vari Paesi europei. L'accordo preso a Malta non esiste. Hanno spudoratamente mentito anche in questo caso. Fanno sbarcare i clandestini, elogiano e appoggiano le Ong, l'Italia diventa ancora una volta il Paese di bengodi per chi arriva qui irregolarmente, per le Ong che praticano l'illegalità, per i trafficanti libici che vedono finalmente rifiorire i loro incassi. Nel frattempo tasse sulla plastica, tasse sull'acqua, tasse sullo zucchero, tasse sulla casa, perché tale è la fusione tra Imu e Tasi, tasse sulle automobili. Mettono le tasse e il giorno dopo fingono di levarle. Ma poi le rimettono ancora. È molto peggio di quel che sarebbe capitato con l'aumento dell'Iva. Un disastro totale. Mandiamoli a casa. E al Quirinale non si azzardino a far sopravvivere un governo illegittimo che non è stato scelto dagli italiani e che dimostra, ogni giorno e ad ogni elezione, di avere contro il Paese reale". Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri di Forza Italia.