Governo, Gelmini: Conte? Pericoloso scollamento tra convinzioni e realtà

Pol/Gal

Roma, 13 gen. (askanews) - "Paradossale intervista di Giuseppe Conte al 'Corriere della Sera'. Già dalle primissime parole del premier - 'l'incisività e la credibilità dell'Italia in politica estera è fuori discussione' - emerge il pericoloso scollamento tra le sue convinzioni di facciata e la dura realtà. Il presidente del Consiglio annuncia una fantomatica 'riforma dell'Irpef' (al momento non se ne hanno notizie), dice che 'saranno riviste le pensioni' (ovviamente a danno dei pensionandi), derubrica a 'non decisivo' il voto in Emilia Romagna. Poi, ignorando lo sfilacciamento della sua maggioranza, fantastica sul cosiddetto 'cronoprogramma' e su 'Agenda 2023': strumenti che nelle intenzioni di Conte dovrebbero tenere incollati alle poltrone ministeriali dem, renziani e grillini fino alla fine della legislatura. Dal premier zero soluzioni per Alitalia ed ex Ilva, nessuna presa di posizione su Autostrade, e sul caso Gregoretti, infine, rinnega la politica sull'immigrazione portata avanti dal Conte I fino allo scorso agosto. Un'intervista illogica che non dà alcuna risposta concreta al Paese". Lo afferma in una nota Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.