Governo, Gelmini (Fi): passati da cambiamento a illusione

Pol/Vlm

Roma, 8 ott. (askanews) - "Siamo passati dal governo del cambiamento a quello dell'illusione e dell'incertezza. A dimostrarlo i numeri e i dati della Nadef, certificati anche dall'Upd. L'80 per cento dgli interventi correttivi ipotizzati per il 2020 (14 miliardi) è affidata a incrementi di entrate, di cui circa 7 miliardi (lo 0,4 per cento del PIL) deriverebbero da misure di contrasto all'evasione. Obiettivo più che ambizioso se confrontato con i risultati ottenuti nel recente passato su tale fronte. E nulla induce a pensare a un cambio di passo deciso". Così Mariastella Gelmini, presidente dei deputati di Forza Italia.

"Non solo, gli obiettivi di deficit e di debito sono ancora affidati alla presenza di non trascurabili clausole di salvaguardia su IVA e accise rendendo incerto lo scenario di breve-medio termine. Insomma, nulla di nuovo all'orizzonte. Nessuna scossa all'economia. Nessun serio aiuto a famiglie e imprese. Né più né meno quello che Forza Italia ha sempre temuto e denunciato. Si prefigura una manovra 'tanto pe' campà'", conclude.