Governo, Gelmini (Fi): tre schiaffi di Conte a Salvini

Pol-Afe

Roma, 18 lug. (askanews) - "Nella lettera al quotidiano 'La Repubblica' il presidente del Consiglio, assesta tre sonori schiaffoni a Salvini. Nel governo oramai sono ai materassi. Conte sostiene che il voto contrario della Lega al Parlamento Europeo alla candidata del Ppe Van der Leyen mette a rischio l'interesse nazionale e il conseguimento di un commissario economico di peso per l'Italia. Non solo: secondo il Presidente del Consiglio l'incontro al Viminale fra Salvini e le parti sociali 'compromette l'efficacia dell'azione del governo' e complica il processo decisionale in vista della legge di bilancio. Infine l'allusione, neanche tanto velata, alla vicenda russa e alla diversa risposta del Presidente Conte alla richiesta del Parlamento di riferire. Dice Conte - il cui governo ha sistematicamente calpestato i diritti delle Camere, come nel caso della legge di bilancio 2019 - che ha immediatamente dichiarato la sua disponibilità a riferire 'ritenendo sacre le prerogative del Parlamento'. 'Ogni limite ha la sua pazienza' diceva Totò, ma qui oramai siamo oltre la commedia ed è piuttosto incomprensibile l'ostinazione di Salvini a tenere in piedi una maggioranza, in cui dal Presidente del Consiglio all'alleato di governo, tutti sparano sulla Lega". Così Mariastella Gelmini, presidente dei deputati di Forza Italia.