Governo, Gelmini: manca politica industriale, M5s vuole decrescita

Pol/Vlm

Roma, 8 nov. (askanews) - "Le vicende dell'ex Ilva e di Alitalia ci consegnano una fotografia davvero preoccupante dell'attuale situazione del Paese. Il Movimento 5 Stelle ha pericolosamente preso il sopravvento e la sua impostazione statalista e anti-impresa sta schiacciando i timidi alleati del Partito democratico e di Italia Viva. I partiti che sostengono il Conte Bis non hanno una visione di Paese né una seria politica industriale e sono oltretutto divisi al loro interno. Sono dilettanti che allo sbaraglio stanno mandando l'Italia. Grillo e Di Maio vogliono la decrescita, Zingaretti e Renzi si accodano silenti e sono complici dei disastri ai quali stiamo assistendo". Lo afferma in una nota Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.

"L'ex Ilva e Alitalia sono solo la punta di un iceberg. Il premier Conte che chiede alle forze politiche di marciare unite a difesa dei lavoratori dell'ex Ilva, dovrebbe fare ammenda dei suoi errori e della sua incapacità. È la sua maggioranza che ha cancellato lo scudo penale per l'ex Ilva, ed è il suo governo che ancora non è riuscito a chiudere positivamente la vicenda Alitalia. Non lasciamo al timone del Paese una classe politica inadeguata che rischia di mandare l'Italia a sbattere. Si torni al più presto al voto, l'alternativa di centrodestra è pronta a governare", conclude.