Governo Giallo-Rosso: il M5S vola nei sondaggi, mentre scende la Lega

(AP Photo/Gregorio Borgia)


La crisi di governo, a quanto pare, ha giovato al Movimento 5 stelle, che negli ultimi 40 giorni è cresciuto di ben 7 punti percentuali. Crolla a vista d'occhio, invece, l'indice di gradimento per il Carroccio, che, pur continuando ad essere il primo partito con una soglia oltre il 30%, ha visto scendere i voti a proprio favore nei sondaggi (il partito di Matteo Salvini, nello specifico, ha perso 4 voti, ritrovandosi al 31,8%).

LEGGI ANCHE: Procede la trattativa per la nascita del governo giallo-rosso


A raccogliere i numeri è l'indagine Ipsos del Corriere della Sera. Notizie positive, inoltre, anche per il Partito Democratico di Nicola Zingaretti (passato dal 21,6% al 22,3%) e Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni (dal 6% all'8,2%), cresciuti entrambi rispetto al periodo pre-crisi. Lieve miglioramento anche per Liberi e Uguali, che può vantare adesso un 2,5% di preferenze (era all'1,8%).

LEGGI ANCHE: Sibilia: "Per Di Maio ruolo centrale, è capo politico M5S"

Ma il Conte bis fa bene soprattutto ai pentastellati, che dal 17,4% a cui si trovavano sfiorano ora il 24,2%. Risultato, questo, che secondo l'ad di Ipsos Nando Pagnoncelli sarebbe dovuto a un fatto molto specifico: ossia che il premier incaricato Giuseppe Conte abbia acquisito nuovo credito tra gli italiani e che in queste nuove (vecchie) vesti a Palazzo Chigi sia "visto diffusamente come un esponente del Movimento 5 stelle". Si tratterebbe del cosiddetto “effetto Conte”, grazie a cui il Movimento, aggiunge il sondaggista, starebbe vivendo "il rientro degli elettori critici da sinistra e dal centro-sinistra".