Governo, Giorgetti: ha senso continuare se arriviamo ad autonomia

Mda

Golasecca (Varese), 27 lug. (askanews) - "La domanda è: ha senso andando avanti al governo con questo modo di lavorare. Ha senso pagare questo prezzo, che richiede molto spesso una pazienza infinita. Ma val la pena soltanto se ragionevolmente, anche dopo aver perso un po' di tempo, si può arrivare al risultato che abbiamo in mente da sempre: l'autonomia. Su questo stiamo litigando". Lo ha detto il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti, parlando alla festa della Lega Lombarda a Golasecca, in provincia di Varese. "Per arrivare alle soluzioni dei problemi - ha osservato l'esponente leghista - bisogna perdere molto tempo. Questo è il problema. Con la Tav siamo arrivati ieri dove saremmo arrivati un anno fa, così per le Olimpiadi. Questo vale un po' per tutto. Il problema per loro è che hanno bisogno di tempo per arrivare alla fine il risultato".

"Loro partono dal presupposto che tutti sono uguali - ha detto Giorgetti parlando del Movimento 5 Stelle - noi diciamo che bisogna avere le stesse opportunità. LA diversità è una ricchezza per il Paese. Siamo lì per raggiungere l'obiettivo, che non è più l'obiettivo della Lega, Ma una richiesta espressa da un referendum, la maggioranza dei lombardi e dei veneti. E nessuno può rifiutare questo tipo di richiesta. Non vogliamo italiani di serie a e di serie b, ma italiani che giocano tutti in seria a. Con questo sistema al sud tutti i giovani migliori se ne vanno".

Riguardo la riforma fiscale, Giorgetti ha affermato: "Andiamo avanti con piccoli ritocchi che la gente capisce e non capisce? Siamo convinti che per sbloccare questo Paese, e le capacità e la voglia di lavorare che ci sono, dobbiamo fare uno shock. Una misura che in qualche modo sia assolutamente percepibile e induca chi ha voglia di lavorare e di investire e di rischiare di poterlo fare".

"Il movimento 5 Stelle - ha aggiunto - non ci sta antipatico per partire preso. Dovremo sopportare le continue discussioni, le punzecchiature, i litigi, fanno parte del braccio di ferro per imporre il nostro tipo di visione. Piano piano ci arriviamo. Su alcuni obiettivi è ancora troppo piano. In questo momento - ha concluso Giorgetti - se c'è una speranza di cambiamento in meglio è rappresentata dalla Lega e da Salvini".