Governo,Giorgetti: stranieri non capiscono nostra crisi politica

Pat

Rimini, 23 ago. (askanews) - Nell'Italia dei "mille campanili" siamo abituati a "complicare tutto". Lo dimostra la crisi che ha portato alla fine del governo Conte, una crisi che "nessuno straniero capisce". Però "dalla dialettica, dal confronto e anche dallo scontro si arriva a un risultato finale che è quello a cui si deve tendere". Lo ha detto il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti (Lega), durante un incontro sullo sport al Meeting di Cl.

"In Italia complichiamo tutto - ha detto Giorgetti a chi gli chiedeva un commento sull'assegnazione delle olimpiadi invernali al nostro paese -. Basta vedere la crisi politica: probabilmente nessuno straniero capisce che cosa sta succedendo in Italia, anche lì ci mettiamo del nostro. Ma l'Italia è fatta così: l'Italia dei mille campanili, del particolare, delle diversità che però alla fine creano bellezza e risultato".

"Le stesse Olimpiadi: - ha aggiunto - voi celebrate il finale, ma vi garantisco che l'anno precedente, per incollare tutti i pezzi non è stato affatto facile. Quindi dalla dialettica, dal confronto e anche dallo scontro, è un processo naturale della vita, della politica e della politica sportiva, si arriva a un risultato finale che è quello a cui si deve tendere".