Governo: Guerini, confermato alla Difesa il 'Forlani del Pd'

·2 minuto per la lettura
Governo: Guerini, confermato alla Difesa il 'Forlani del Pd'
Governo: Guerini, confermato alla Difesa il 'Forlani del Pd'

Roma, 12 feb. (Adnkronos) – Lorenzo Guerini, confermato ministro della Difesa, è nato a Lodi il 21 novembre del '66. Ministro della Difesa nel governo Conte, entra nella squadra Draghi, confermato nel ruolo di ministro della Difesa. Figlio di un sostenitore del Pci, Guerini sceglie invece la Democrazia Cristiana: per la Dc è stato eletto consigliere comunale a Lodi nei primi anni '90 ed è stato anche coordinatore locale del Ppi, per poi passare alla Margherita.

Nel maggio del 1995 fu eletto – dopo il turno di ballottaggio – primo presidente della Provincia di Lodi in rappresentanza di una coalizione di centro-sinistra, diventando all'età di 28 anni il più giovane presidente di provincia in Italia. Nel giugno del 1999 fu confermato dagli elettori per un secondo mandato e poi nell'aprile del 2005 diventa sindaco di Lodi per il centrosinistra. Nel marzo del 2010 fu nuovamente eletto alla guida dell'amministrazione comunale per rassegnare però le dimissioni a metà del secondo mandato da sindaco per presentare la propria candidatura alle elezioni politiche del febbraio 2013.

Dopo aver vinto le primarie organizzate dal Partito Democratico su base provinciale, fu inserito nella lista dei candidati per la circoscrizione Lombardia 3 della Camera dei deputati, risultando infine eletto all'assemblea di Palazzo Montecitorio. Il 9 dicembre 2013 fu nominato membro della segreteria nazionale del partito, con il ruolo di portavoce, negli anni della leadership di Matteo Renzi, che lo ha sempre chiamato scherzosamente Arnaldo, come Forlani. Rieletto alle politiche del 2018, Guerini ricopre il ruolo di presidente del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica (Copasir). Incarico che lascia per entrare nel Conte come ministro della Difesa. Non ha seguito Renzi in Iv ed il punto di riferimento -insieme a Luca Lotti- dell'area politica del Pd, Base Riformista, molto forte nei gruppi parlamentari.