Governo, il sondaggio: a vigilia esecutivo Draghi 'peso' partiti non cambia

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·2 minuto per la lettura

"Nella trasmissione di oggi di Porta a porta Alessandra Ghisleri di Euromedia Research presenta il sondaggio sulle intenzioni di voto alla vigilia della formazione del governo Draghi. Per Porta a porta, Ghisleri ha continuato a testare tre scenari di voto: la situazione attuale, lo scenario in cui in campo si presenterebbe il partito del premier Conte ed un terzo scenario in cui Conte fosse il leader del partito dei 5stelle". Si legge in una nota.

Nelle tre ipotesi testate il centrodestra distacca l’area di centrosinistra: M5S, PD, LEU, senza IV con il 47.2% contro 36.7% nella situazione attuale; 45,7% contro il 38.1% nel caso in cui Conte formi il suo partito e 46.6% contro 37.5% con Conte alla guida dei 5Stelle. Per quanto riguarda le intenzioni di voto, alla vigilia del governo Draghi, le percentuali dei partiti non subiscono grandi variazioni. "La Lega di Salvini, nelle intenzioni di voto, varia dal 22.8 al 22.1% nelle tre ipotesi. Il Pd nella situazione attuale otterrebbe 19.5% scenderebbe al 12.4% nella seconda ipotesi con Conte capo di un suo partito e si attesterebbe al 15% nel caso i 5Stelle fossero guidati da Conte".

"Il M5S, secondo il campione di Euromedia Research, avrebbe il 14.7% nel panorama elettorale attuale; scenderebbe al 10.7% con Conte alla guida di un suo partito e, nella terza ipotesi, se l’attuale Premier guidasse il Movimento voluto da Grillo salirebbe al 20%. Se Conte presentasse oggi alle elezioni il suo partito, la sua formazione politica otterrebbe il 12.4%. Forza Italia oscilla d tra l’8.2 e il 7.5% con il valore più basso nel caso Conte si presenti alle elezioni con una sua forza politica. Italia Viva di Renzi avrebbe tra il 3.5 e il 3.4% Calenda con Azione è valutato tra il 3.6 e il 3.1%; la Bonino con +Europa tra il 2.4 e il 2%. LEU oscilla tra il 3.3% e il 2.5%".