Governo, interesse Italia è Draghi al Quirinale e subito elezioni - Giorgetti a La Stampa

·1 minuto per la lettura
Il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti durante una sessione del Senato

ROMA (Reuters) - E' interesse dell'Italia che Mario Draghi diventi presidente della Repubblica e che il Paese vada subito al voto perché la coalizione di governo non reggerà a gennaio quando dovranno essere prese decisioni politicamente sensibili.

Lo dice il ministro dello sviluppo economico e influente esponente della Lega Giancarlo Giorgetti in una intervista a La Stampa.

"La vera discriminante politica per i prossimi sette anni è che cosa fa Draghi. Va al Quirinale? Va avanti col governo? E se va avanti con chi lo fa?", si chiede Giorgetti, secondo il quale "appena arriveranno delle scelte politicamente sensibili la coalizione si spaccherà".

A gennaio mancherà un anno alle elezioni, ricorda il ministro leghista, Draghi, dice, non potrà sopportare un anno di campagna elettorale permanente, "i partiti smetteranno di coprirlo e si concentreranno sugli elettori"

(Stefano Bernabei, in redazione a Milano Cristina Carlevaro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli