Governo lavora a nuovo scostamento da oltre 30 mld, deficit 2021 sopra 10% Pil

·1 minuto per la lettura

ROMA (Reuters) - Il governo lavora a un nuovo decreto espansivo con misure per oltre 30 miliardi di euro, secondo il Ragioniere generale dello Stato Biagio Mazzotta.

L'entità del nuovo scostamento, che dovrebbe essere ufficializzata la settimana prossima, è tale da spingere l'indebitamento netto sopra quota 10% del Pil quest'anno, aggiunge una fonte governativa.

"Le misure del prossimo decreto saranno sicuramente sostanziose, almeno quanto il primo scostamento 2021, se non anche di più", ha detto Mazzotta.

Il governo di Mario Draghi ha già varato lo scorso mese un pacchetto espansivo di 32 miliardi.

L'ultima previsione ufficiale del Tesoro indicava un deficit dell'8,8%, assumendo però un tasso di crescita del 6%.

Nel Documento di economia e finanza (Def), con il quale l'esecutivo aggiorna quadro macroeconomico e obiettivi di finanza pubblica, il target di crescita sarà però rivisto al ribasso, tra il 4 e il 5% secondo fonti vicine al dossier.

Mazzotta ha spiegato che il nuovo scostamento servirà a finanziare nuovi ristori alle imprese e a prorogare la moratoria sui prestiti alle piccole e medie imprese.

(Giuseppe Fonte, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)