Governo licenzia Commissario Sanità Calabria, Provenzano: "via ora"

Tor
·1 minuto per la lettura

Roma, 7 nov. (askanews) - Il Governo ha rimosso Saverio Cotticelli da Commissario della Regione Calabria che ieri in tv a Titolo V su Rai3 ha ammesso non aver realizzato nei mesi scorsi un piano di emergenza sanitaria per la seconda ondata autunnale di pandemia da Coronavirus ed è pronro a sostiturlo, graziue al recente decreto che pochi giorni fa ha disposto un nuovo commissariamento della Sanità calabrese. Lo ha comunicato via Facebook il ministro per il Sud e la Coesione territoriale Giuseppe Provenzano. "L'attuale Commissario alla Sanità in Calabria - ha affermato Provenzano- non può restare al suo posto un minuto in più. Il Governo darà corso alla nuova nomina, sulla base del nuovo commissariamento deciso in Cdm". "La zona rossa - ha aggiunto il ministro- però è il frutto non di una decisione politica, ma di un RT elevatissimo e di gravi inadempienze nell'organizzazione regionale, nonostante le importanti risorse stanziate in questi mesi. Una sola cosa è certa. Tutto questo non può essere pagato dai cittadini calabresi". "Con il decreto di stanotte - ha concluso Provenzano- arriveranno i primi importanti ristori per gli imprenditori, i lavoratori e i cittadini colpiti dalle restrizioni. Soprattutto, sul fronte sanitario vanno recuperati con tutta l'urgenza del caso i ritardi (storici e attuali) per tutelare i diritti dei calabresi. Basta polemiche. E ciascuno faccia fino in fondo la sua parte. È in gioco la vita e la dignità dei cittadini".