Governo: Lupi, 'senza unità nazionale impensabile Draghi bis'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 14 lug. (Adnkronos) – “Questo Governo è nato con un mandato preciso e impegnativo. Se viene meno l’unità nazionale non ha senso andare avanti ed è impensabile un Draghi bis". Lo afferma Maurizio Lupi, presidente di Noi con l'Italia.

"È assurdo -aggiunge- far cadere il Governo in questo momento difficile, con una guerra in corso ed una complicata situazione sociale ed economica. È surreale ed irresponsabile farlo dopo l’impegno del presidente Draghi sul taglio del cuneo fiscale e prendendo a pretesto l’indispensabile termovalorizzatore di Roma. Conte lo sa che paghiamo centinaia di milioni di euro per inviare la spazzatura in Germania, dove peraltro viene utilizzata per produrre energia? Il centrodestra si incontrerà e deciderà: se non vi sono le condizioni si deve andare al voto".

"La crisi -conclude Lupi- va parlamentarizzata e se il Movimento 5 Stelle non vota la fiducia, se ne deve prendere atto. Entro la fine dell’anno dovevamo poter gestire il Pnrr, il cuneo fiscale, l’inflazione al 9%, la legge di Bilancio, poi si sarebbero sciolte le Camere per votare a marzo, a fine legislatura. Questo avrebbe dovuto essere il percorso, ma l’irresponsabilità di Conte ne ha compromesso il cammino”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli