Governo, M5s espelle 15 senatori che hanno votato no a fiducia

·1 minuto per la lettura
Governo, M5s espelle 15 senatori che hanno votato no a fiducia
Governo, M5s espelle 15 senatori che hanno votato no a fiducia

Roma, 18 feb. (askanews) – Aria di burrasca nel Movimento 5 Stelle. “I 15 senatori che hanno votato no alla fiducia saranno espulsi”. Lo annuncia il capo politico M5s Vito Crimi su facebook.

“I 15 senatori che hanno votato no sono venuti meno all’impegno del portavoce del MoVimento che deve rispettare le indicazioni di voto provenienti dagli iscritti. Tra l’altro, il voto sul nascente Governo non è un voto come un altro. È il voto dal quale prendono forma la maggioranza che sostiene l’esecutivo e l’opposizione. Ed ora i 15 senatori che hanno votato no si collocano, nei fatti, all’opposizione”, sottoline Crimi.

“Per tale motivo non potranno più far parte del gruppo parlamentare del MoVimento al Senato. Sono consapevole che questa decisione non piacerà a qualcuno, ma se si pretende rispetto per chi la pensa diversamente, lo stesso rispetto si deve a chi mette da parte le proprie posizioni personali e contribuisce al lavoro di un gruppo che non ha altro obiettivo che quello di servire i

cittadini e il Paese”. Secondo Crimi la fiducia a Draghi “non è stata data a cuor leggero, ed è un sì nell’interesse del paese, non è sconfitta è un valore aggiunto in termini di etica e dignità”.

Tra gli espulsi Nicola Morra, presidente della commissione parlamentare antimfia, Elio Lannutti e l’ex ministra Barbara Lezzi che ha risposto a Crimi sempre su Facebook: “Mi candido a far parte del comitato direttivo, del MoVimento, voglio rappresentare il 41% iscritti contrari al governo Draghi”.